I RIFIUTI PERICOLOSI

La classificazione dei rifiuti pericolosi è lavoro da sempre molto impegnativo!

Per 'pericolosi' si intendono (secondo la normativa vigente) tutti quei rifiuti ai quali si possono associare uno o più delle seguenti caratteristiche di pericolo HP (Hazardous Property):

HP1: ESPLOSIVO

HP2: COMBURENTE

HP3: INFIAMMABILE

HP4: IRRITANTE - IRRITAZIONE CUTANEA E LESIONI OCULARI

HP5: TOSSICITA' SPECIFICA PER ORGANI BERSAGLIO (STOT) / TOSSICITA' IN CASO DI ASPIRAZIONE

HP6: TOSSICITA' ACUTA

HP7: CANCEROGENO

HP8: CORROSIVO

HP9: INFETTIVO

HP10: TOSSICO PER LA RIPRODUZIONE

HP11: MUTAGENO

HP12: LIBERAZIONE DI GAS A TOSSICITA' ACUTA

HP13: SENSIBILIZZANTE

HP14: ECOTOSSICO (*)

HP15: RIFIUTO CHE NON POSSIEDE DIRETTAMENTE UNA DELLE CARATTERISTICHE DI PERICOLO SOPRA DESCRITTE MA PUO' MANIFESTARLA SUCCESSIVAMENTE

(*) HP14 (vedere Regolamento UE 997/2017 che entrerà in vigore il 5/7/2018)

La normativa di riferimento dal 1 giugno 2015 è il Regolamento UE 1357/2014.

Con tale Regolamento si è inteso allineare i criteri di classificazione dei rifiuti pericolosi a quelli contenuti nel Regolamento UE 1272/2008 (CLP) relativo alla classificazione delle sostanze e delle miscele pericolose.

Ad ogni rifiuto pericoloso cosi definito viene anche attribuito un codice (codice CER) pertinente come da DECISIONE 2014/955/UE.

Una parte di questi rifiuti pericolosi DEVE essere trasportata seguendo le norme per il trasporto delle merci pericolose!