RID 2019

                             TRASPORTO FERROVIARIO DI MERCI PERICOLOSE

In vigore dal 1 gennaio 2019.

Il trasporto internazionale ferroviario di merci pericolose è regolamentato, a livello europeo (e non solo), dal RID, costituente l'Allegato all'Appendice C della COTIF (Convenzione relativa ai Trasporti Internazionali Ferroviari).
Il RID viene regolarmente aggiornato ogni due anni dal Comitato di Esperti RID istituito presso l'OCTI (Ufficio centrale dei trasporti internazionali), per tener conto dello sviluppo tecnologico e di nuove esigenze del mondo del trasporto, anche sulla base degli emendamenti apportati alle Raccomandazioni ONU per il trasporto di merci pericolose, che contengono, in forma normativa, le disposizioni comuni a tutti i modi di trasporto.

Per quanto riguarda i trasporti nazionali, è stato pubblicato in GU il Decreto Ministeriale 12 febbraio 2019 di recepimento del nuovo RID 2019, che recepisce la Direttiva 2018/1846/UE del 23 novembre 2018, che adegua per la quinta volta al progresso scientifico e tecnico gli allegati della direttiva 2008/68/CE.

Terminato il periodo transitorio previsto al cap. 1.6.1.1. RID, durante il quale è possibile ancora applicare le norme 2017, dal 1 luglio 2019 potrà applicarsi il nuovo regolamento.

Il manuale RID 2019 è composto da 7 parti:
Parte 1
Disposizioni generali
Parte 2
Classificazione
Parte 3
Lista delle merci pericolose, disposizioni speciali, esenzioni relative alle merci pericolose imballate in quantità limitate e in quantità esenti
Parte 4
Disposizioni relative alla utilizzazione degli imballaggi e delle cisterne
Parte 5
Procedure di spedizione
Parte 6
Prescrizioni relative alla costruzione e alle prove degli imballaggi, dei contenitori intermedi per il trasporto alla rinfusa (IBC), dei grandi imballaggi e delle cisterne
Parte 7
Disposizioni concernenti le condizioni di trasporto, il carico, lo scarico e la movimentazione.